Sandro Mazzola : Predestinato di classe


Sandro Mazzola con il presidente dell' Inter Club Atene, Emanuele Orfanos

Figlio di Valentino Mazzola, campione del Torino, per alcuni il più grande calciatore italiano di sempre, per tutti uno dei tre migliori affianco a Meazza, e Piola. Il leggendario capitano e interno sinistro del grande Torino e della nazionale, padre di Sandro appunto e Ferruccio, è stato un " grandissimo ". Un mix perfetto di classe e temperamento, che con il compagno di fascia destra Ezio Loik avrebbe formato una coppia che ha fatto epoca, tragicamente scomparso nel 1949 durante la tragedia di Superga. Giuseppe Meazza, ritiratosi nel 1948, ha avuto un ruolo importante nella carriera di Mazzola. Infatti, nel 1949, commosso dalla storia personale di Sandro, giovane di talento ma orfano di padre, lo convince a firmare un contratto con l'Inter, coltivandolo e facendone di fatto il suo erede naturale. Sandro Mazzola giocò come mezzala offensiva nell'Inter allenata da Helenio Herrera e qui trascorse l'intera carriera.


Il suo esordio nella serie A fu curioso perché avvenne il 10 giugno 1961 contro la Juventus: in questa occasione il presidente Angelo Moratti fece mettere in campo per protesta la squadra primavera, che perse 9-1, con gol proprio di Mazzola su calcio di rigore.
Con i neroazzurri vinse quattro scudetti (1963, 1965, 1966 e 1971), due Coppe dei Campioni (1964 e 1965) e due Intercontinentali (1964 e 1965). Capocannoniere del campionato nel 1965, giocò complessivamente 418 gare segnando 116 goal. Egli ne ricorda particolarmente uno segnato al Real Madrid nel 1965, che permise all'Inter di battere le " merengues" 3-1.
Con Herrera, suo allenatore negli anni '60, ci fu un fatto particolare. Infatti Sandrino si e' sposato alla fine della stagione stagione 63-64 (quella della " Pasqua del Sangue" tra Inter e Bologna a pari punti, c'era aria di campioni in casa Inter), testimone lo stesso Mago. Luna di miele? Macchè luna di miele: per la partita decisiva, Helenio Herrera "bussa alla porta" e senza voler sentire ragioni, lo porta in ritiro per lo spareggio con i rossoblù. Addirittura, il Mago fece il seguente commento, destinatario Sandrino: "Finchè l'Inter non sarà campione, non c’è matrimonio che valga!". Nemmeno "fresco di nozze" era permesso ad un giocatore abbandonare le proprie responsabilità.

A innate doti tecniche (velocità, palleggio, astuzia) associò una spiccata personalità che lo portò a imporsi anche in nazionale, dove fece parte della selezione che vinse nel 1968 il Campionato europeo. Contrapposto più dalla critica giornalistica che da sostanziali antipatie personali a Gianni Rivera, fu vicecampione del mondo nel 1970, torneo nel quale divenne famosa la " staffetta" tra i due campioni, espediente escogitato dall'allenatore azzurro Ferruccio Valcareggi che schierava inizialmente l'interista per poi fargli subentrare nel secondo tempo il milanista. Vanta in totale 70 presenze in nazionale e 22 goal.

Nome: Alessandro Mazzola

Data di nascita: 8 novembre 1942

Nato a: Torino

Altezza: 179 cm

Peso: 74 kg

Ruolo: ala destra

Piede preferito: destro


Palmares: Scudetto (1962/63, 64/65, 65/66, 70/71)
Coppa Campioni (1963/64 e 1964/65)
Coppa Intercontinentale (1964 e 1965)


Alcuni dei reti piu' importanti nella carriera di Sandro Mazzola:

 

18/11/1962 INTER- Sampdoria : 4-0 (62' Mazzola)

30/12/1962 INTER – Roma : 2-0 (24' Mazzola)

24/02/1963 INTER – Milan : 1-1 (1' Mazzola)

28/04/1963 Juventus – INTER : 0-1 ( 27' Mazzola)

15/04/1964 Borrusia M. – INTER : 2-2 ( 4' Mazzola)

29/04/1964 INTER – Borrusia M: 2-0 ( 48' Mazzola)

27/05/1964 INTER- Real Madrid : 3-1 (43', 76' Mazzola)

23/09/1964 INTER – Independiente : 2-0 ( 8' Mazzola)

28/03/1965 INTER – Milan : 5-2 (81',84' Mazzola)

08/09/1965 INTER- Independiente : 3-0 ( 23', 60' Mazzola)

08/12/1966 Vasas – INTER : 0-2 ( 40', 60' Mazzola)

25/05/1967 Celtic – INTER : 2-1 (6' rig. Mazzola)

01/05/1974 INTER – Milan : 2-1 (10' Mazzola)

 

Presenze/Gol in campionato : 418/116
Presenze/Gol nelle Coppe Europee : 67/20
Presenze/Gol in Coppa Italia : 80/24
Totale presenze/gol nell' INTER : 565/160