Sampdoria – F. C. INTER : 0 – 5 (26' Perisic, 30', 32' rig., 44' e 51' Icardi)

GENOVA - L'Inter di Luciano Spalletti c'è e lancia un segnale forte alle concorrenti per la qualificazione in Champions League: a 'Marassi', nel lunch match della 29^ giornata della Serie A TIM, i nerazzurri si impongono sulla Sampdoria con un clamoroso 5 a 0 firmato dal gol di Ivan Perisic e dalla spettacolare quaterna di Mauro Icardi, arrivato a quota 100 gol con i nostri colori. Grazie a questo successo, l'Inter si porta a quota 55 punti in classifica occupando momentaneamente il quarto posto in attesa delle partite odierne di Roma e Lazio e del recupero del #DerbyMilano.

Sin dalle prime battute, l'Inter indirizza in maniera netta l'andamento del match . Al 2' Cancelo lascia partire un cross teso dalla destra, su cui Icardi di testa non riesce a intervenire per pochi centimetri. Il capitano ci riprova al 13', girando di prima intenzione il servizio rasoterra di Candreva: la conclusione dell' argentino è però sporca e non impensierisce Viviano. Dal 20' in poi l'Inter è semplicemente straripante: nel giro di 120 secondi, prima Rafinha manca il tocco vincente dentro l'area piccola, poi Viviano respinge una potente conclusione di Perisic e il colpo di testa di D'Ambrosio, infine Cancelo colpisce l' incrocio dei pali direttamente da calcio d'angolo. Il legittimo vantaggio nerazzurro arriva al 26': cross morbido di Cancelo e colpo di testa velenoso e vincente di Perisic, che non lascia scampo al portiere doriano.

Trascorrono quattro minuti e l' Inter raddoppia: Barreto stende Rafinha in area, l' arbitro indica il dischetto e Mauro Icardi, freddissimo dagli undici metri, realizza il gol del raddoppio (100° sigillo personale in Serie A). Lo show nerazzurro prosegue: al 31' Icardi si avventa su un pallone vagante in area piccola e beffa Viviano con uno spettacolare colpo di tacco, mettendo a segno il gol del 3 a 0. Giampaolo prova a scuotere i suoi inserendo Verre per Bereszynski, e i doriani si fanno vedere in avanti con Praet (tentativo respinto da Handanovic col piede) e con Zapata che, di testa sul cross di Murru , colpisce il palo. Tuttavia, al 44', è ancora Icardi a colpire: Viviano si supera sul colpo di tacco ravvicinato di Rafinha, ma Mauro è ben appostato e ribadisce in rete a porta spalancata siglando la rete del 4 a 0 appena prima dell'intervallo.

Il secondo tempo inizia esattamente come si era concluso il primo, ovvero con una rete di Icardi: al minuto 51, il capitano nerazzurro approfitta di un rinvio impreciso di Barreto e trafigge ancora Viviano con un destro al volo, che rimbalza per terra e si deposita in rete. Numeri pazzeschi per Mauro: 4° gol personale del match, 22° stagionale in campionato , 103° gol in Serie A e 100° timbro con la maglia dell' Inter in 172 presenze. Sul 5 a 0, Spalletti concede al capitano la standing ovation da parte di tutti i tifosi interisti, mandando in campo Eder al suo posto al minuto 66. A risultato ormai acquisito, l'Inter mantiene saldamente in mano le redini del match: al 70' i nerazzurri gestiscono in maniera imprecisa una ripartenza in campo aperto, consentendo ai doriani di recuperare il possesso.

Ottima chance al 77' per Candreva, servito da Perisic dentro l' area: il numero 87 nerazzurro indugia troppo al momento della conclusione facendo sfumare l'azione. Al minuto 81, Eder aggancia al volo e lascia partire un potente destro di controbalzo, che termina sul fondo la propria corsa. Si arriva così al 90', l'arbitro non concede nemmeno un minuto di recupero: Sampdoria-Inter termina 0-5!

SAMPDORIA-INTER 0-5
Marcatori: 26' Perisic, 30', 32' rig., 44' e 51' Icardi

SAMPDORIA: 2 Viviano; 24 Bereszynski (34' 21 Verre), 26 Silvestre, 13 Ferrari, 29 Murru; 8 Barreto (54' 19 Regini), 34 Torreira, 18 Praet; 90 Ramirez (50' 9 Caprari); 27 Quagliarella, 91 Zapata
A disposizione: 72 Belec, 92 Tozzo, 3 Andersen, 11 Alvarez, 17 Strinic, 28 Capezzi, 30 Tessiore, 99 Kownacki
Allenatore: Marco Giampaolo

INTER: 1 Handanovic; 7 Cancelo, 37 Skriniar, 25 Miranda , 33 D'Ambrosio; 77 Brozovic, 5 Gagliardini; 87 Candreva
(77' 11 Vecino), 8 Rafinha (75' 20 B. Valero), 44 Perisic; 9 Icardi (66' 23 Eder)
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 2 Lisandro, 8 Rafinha, 17 Karamoh, 21 Santon, 29 Dalbert
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: 1' + 0'

Recupero: Ramirez (S), Caprari (S), Rafinha (I)

Arbitro: Tagliavento
Assistenti: Ranghetti, Mondin
IV uomo: Pinzani
Addetti VAR: Mazzoleni, Paganessi

 

http://www.corrieredellosport.it

http://www.inter.it/