Udinese – F.C. INTER : 0 – 4 (12' Ranocchia, 44' Rafinha, 46' Icardi, 71' B. Valero)

UDINE - La miglior risposta possibile alla sconfitta e alle polemiche post Inter-Juventus: nel lunch match della 36^ giornata della Serie A TIM, i nerazzurri sbancano Udine e si impongono con un netto 4 a 0 alla Dacia Arena grazie ad una prestazione eccellente e alle reti messe a segno da Ranocchia, Rafinha, Icardi (giunto a quota 28 gol in campionato) e Borja Valero. La squadra di Spalletti, in attesa di conoscere i risultati delle partite di Lazio e Roma, si riporta così a -1 dal quarto posto in classifica e resta in piena corsa per la qualificazione alla prossima Champions League.

Un piccolo problema fisico nel riscaldamento costringe Miranda a sedersi in panchina: al suo posto gioca dal 1' Ranocchia. L'imprevisto non crea alcun problema all' Inter, che aggredisce subito la partita: già al 5' Perisic va vicinissimo al gol con un perfetto colpo di testa, alzato sopra la traversa da Danilo appostato sulla linea di porta. I nerazzurri sbloccano il match al 12': sul corner di Brozovic dalla sinistra, proprio Ranocchia svetta altissimo sul primo palo mettendo il pallone alle spalle di Bizzarri. L'Inter, trovato il vantaggio, continua a spingere: al 18' Bizzarri esce coi piedi dalla propria area per anticipare Icardi e serve involontariamente Perisic, il cui tentativo mancino dalla distanza viene nuovamente respinto da Danilo. La squadra di Spalletti tiene saldamente in mano le redini del gioco e al 33' sfiora il gol in due occasioni: prima il destro al volo di Cancelo termina a lato di poco, poi Candreva, da ottima posizione, lascia partire un tiro-cross su cui Icardi non può intervenire.

Lampo improvviso dei padroni di casa al minuto 36: De Paul lancia in verticale Lasagna che calcia rasoterra col sinistro trovando la grande risposta di Handanovic. Scampato il pericolo, l'Inter dilaga: al 44' Rafinha si invola sulla destra, entra in area e non lascia scampo a Bizzarri con una conclusione sul primo palo, siglando la prima rete personale in maglia nerazzurra. L'arbitro concede un minuto di recupero, sfruttato nel migliore dei modi da Icardi: il capitano raccoglie il lancio lungo di Brozovic e trafigge il portiere avversario con un rasoterra velenoso, portando il risultato sul 3 a 0 appena prima dell'intervallo. L'Udinese prova subito a riaprire la partita pochi secondi dopo il rientro in campo con un fendente a incrociare di Lasagna che termina a lato non di molto. I friulani restano però in dieci uomini al 49': con l'ausilio del VAR, Mazzoleni mostra il cartellino rosso a Fofana per un intervento col piede a martello ai danni di Perisic. In vantaggio di tre reti e in superiorità numerica, l'Inter gestisce agevolmente il match. Al 59' Cancelo va in verticale per Rafinha, anticipato da Bizzarri in uscita.

Quattro minuti più tardi, l'Udinese prova a mettere la testa fuori: il destro dalla distanza di Balic viene bloccato senza affanno da Handanovic. Primo cambio per Spalletti al 69': Santon prende il posto di Dalbert, protagonista di una buona prestazione ma vittima di crampi. Al 71' i nerazzurri calano il poker: il sinistro sporco di Perisic dal limite diventa un assist per Borja Valero, che addomestica la sfera dentro l'area e batte Bizzarri con un preciso destro nell' angolino. Pochi istanti dopo, Balic ha la chance per siglare il gol della bandiera ma allarga troppo il destro a giro, calciando sul fondo. Nella fase finale del match, Spalletti concede spazio a Karamoh ed Eder, in campo rispettivamente al posto di Candreva e Rafinha. Proprio i due neoentrati si rendono protagonisti in ripartenza al minuto 87: l' italobrasiliano serve dentro l'area bianconera il francese, la cui potente conclusione mancina sbatte sulla parte interna della traversa. E' questa l'ultima occasione della partita, che si chiude senza recupero:
Udinese-Inter termina 0-4, la corsa Champions prosegue.

Sempre #ForzaInter!

UDINESE-INTER 0-4

Marcatori: 12' Ranocchia (I), 44' Rafinha (I), 46' Icardi
(I), 71' B. Valero (I)

UDINESE: 1 Bizzarri; 19 Larsen, 5 Danilo, 3 Samir; 27 Widmer, 99 Balic, 85 Behrami (74' 14 Jankto), 6 Fofana, 53 Ali Adnan; 10 De Paul (51' 72 Barak); 15 Lasagna (79' 18 Perica)
A disposizione: 22 Scuffet, 25 Borsellini, 11 Zampano, 13 Ingelsson, 17 Nuytinck, 20 Maxi Lopez, 21 Pontisso, 23 Hallfredsson, 97
Pezzella
Allenatore: Igor Tudor

INTER: 1 Handanovic; 7 Cancelo, 37 Skriniar, 13 Ranocchia, 29 Dalbert (69' 21 Santon); 20 B. Valero, 77 Brozovic; 87 Candreva (79' 17 Karamoh), 8 Rafinha (84' 23 Eder), 44 Perisic; 9 Icardi
A disposizione: 27 Padelli, 46 Berni, 2 Lisandro, 25 Miranda, 99 Pinamonti
Allenatore: Luciano Spalletti

Ammoniti: Danilo (U)
Espulso: 49' Fofana (U)

Recupero: 1' + 0'

Arbitro: Mazzoleni
Assistenti: Giallatini, Valeriani
IV uomo: Di Paolo
Addetti VAR: Giacomelli, Paganessi

 

http://www.corrieredellosport.it

http://www.inter.it/