F. C INTER - Lazio : 1 – 1 (17' sts rig. Icardi) (4 – 5 dcr)

LE SCELTE - Spalletti deve fare a meno di De Vrij e Keita ma schiera l'altro ex laziale Candreva titolare come ala sinistra del 4-3-3 al posto di Perisic, turbato dalle voci di cessione e inizialmente in panchina come Nainggolan mentre poco prima del match dà forfait Borja Valero sostituito da Joao Mario in una mediana completata da Brozovic in regia e Gagliardini come interno destro. In attacco c'è poi Politano alla destra di capitan Icardi mentre davanti ad Handanovic sono D'Ambrosio i terzini e Skriniar-Miranda la coppia centrale. Sull' altro fronte sono diverse le assenze per Inzaghi ,orfano dello squalificato Cataldi e degli indisponibili Luiz Felipe, Patric, Basta e Lukaku. Il tecnico conferma così il 3-5-2 ultraoffensivo visto all'opera nel match perso immeritatamente in campiopnato con la Juventus, con due novità: in difesa torna Acerbi che all'Olimpico era squalificato come Marusic: il centrale azzurro viene schierato tra Wallace e Radu in difesa davanti a Strakosha, l'esterno rileva Parolo sulla corsia destra mentre Lucas Leiva è chiamato a coprire le spalle ai 'magnifici quattro' Milinkovic-Savic, Luis Alberto , Correa e Immobile.

SOLO LAZIO - È la Lazio a prendere il comando delle operazioni in avvio di gara, con l'Inter che sembra invece frenata dopo il ko sul campo del Torino nell'ultimo turno di campionato e rischia al 12' quando Skriniar stende Correa al limite dell' area: punizione affidata al destro a giro di Luis Alberto che calcia però sulla barriera. I nerazzurri tentano un break al quarto d'ora con Brozovic che calcia però in curva ma tornano poi a subire le iniziative dei biancocelesti: prima è Immobile (in fuorigioco) a sbagliare la conclusione a tu per tu con Handanovic , poi Luis Alberto calcia debole e centrale (28') su servizio di Correa che ci prova allora da solo di testa ma viene murato da Skriniar con Handanovic che fa buona guardia sul successivo tap-in di Immobile(32') mentre Milinkovic -Savic sovrasta Miranda un minuto dopo ma di testa non inquadra la porta. Prima dell'intervallo c'è tempo per un giallo a Gagliardini (entrata dura su  Milinkovic-Savic a centrocampo) e poi si chiude sullo 0-0 un primo tempo quasi tutto di marca laziale, mentre l' Inter recrimina solo per un contatto in area tra Acerbi e Skriniar sugli sviluppi di un corner (vane le proteste del centrale nerazzurro).

DENTRO VECINO - Al rientro in campo arriva subito la prima mossa di Spalletti, che lascia negli spogliatoi il già ammonito Gagliardini per gettare nella mischia Vecino. Il copione non sembra però cambiare e - dopo un tiro di Joao Mario respinto con il corpo da Acerbi (altre proteste dei nerazzurri che chiedevano un tocco con il braccio) la prima grande chance è per la Lazio: al 50' Correa lancia sulla corsa Immobile che però si allunga troppo il pallone e viene poi bloccato in uscita da Handanovic . Il portiere dell'Inter si rifugia poi in corner al 52' su un velenoso destro a giro di Luis Alberto e sugli sviluppi dell'angolo si ripete subito sulla botta dal limite di Lulic (ma c'era Acerbi in fuorigioco a 'disturbare' il portiere di casa e la rete sarebbe stata annullata dal Var).  Momenti di ensione al 56': scontro aereo e gomitata di Miranda a Correa, che poi protesta e viene steso di nuovo con uno schiaffo dal difensore brasiliano graziato però dal fischietto palermitano Abisso .  La  Lazio non si ferma e arriva di nuovo alla conclusione al 58', ma il piattone di  Milinkovic-Savic è troppo centrale per impensierire seriamente Handanovic.  È un match a senso unico ma al 61' è l'Inter che rischia di passare: tiro di Joao Mario respinto da Strakosha e incredibile errore di Candreva che a porta vuota manca lo specchio così come fa anche quattro minuti dopo dal limite. 

PORTIERI SUPER - Al 68' finisce sulla lista dei cattivi anche  Wallace (fallo tattico su Joao Mario) che viene immediatamente sostituito da Bastos , ma al 72' viene ammonito anche  Radu  (contatto falloso su Candreva). Ora La Lazio pare meno brillante e rischia di nuovo: punizione calciata dalla sinistra da Politano e stacco solitario di Vecino, che in torsione sfiora la traversa di testa. Simone Inzaghi cerca di ridare alla sua squadra nuova energia e richiama Lulic che lascia la fascia da capitano a Immobile e il posto a Durmisi (80'), Spalletti replica con Lautaro Martinez al posto di Joao Mario per passare al 4-3-1-2 con Politano dietro al 'Toro' e a Icardi e Candreva che arretra nel ruolo di mezzala. Nel finale giallo per  Marusic  (all'86' per perdita di tempo) e Milinkovic-Savic (fallo su Asamoah all'87') e ultimo cambio biancoceleste: fuori Correa e dentro Caicedo a cui Immobile serve subito un match ball in ripartenza, ma l'ecuadoregno a tu per tu con Handanovic si fa ipnotizzare dallo sloveno che è miracoloso un minuto dopo sull'attaccante azzurro come miracolos al 94' è Strakosha su Politano (alto poi il tap-in di  Lautaro Martinez ). 

PAZZI SUPPLEMENTARI -  Si va ai supplementati, ma senza Simone Inzaghi espulso per proteste dopo un tackle (pulito) di Miranda su Caicedo. C'è invece Icardi, grande assente fino a questo momento, che al 93' impegna Strakosha mentre è decisamente più semplice un minuto dopo la parata di Handanovic sul sinistro debole e centrale di Caicedo. Il capitano nerazzurro chiede poi un rigore per un contatto con Milinkovic-Savic ma dal Var fanno proseguire. Al 100' ultimo cambio biancoceleste, con Parolo che rileva L. Alberto mentre dopo il cambio di campo Spalletti inserisce Nainggolan per Candreva e richiama Politano per regalare l'esordio al nuovo acquisto  Cédric Soares manel momento di maggiore difficoltà - al 108' - la Lazio passa:   Parolo cattura una palla di testa e la consegna a Immobile, doppio scambio con Caicedo e destro letale di 'Ciro il Grande' che supera Handanovic e festeggia togliendosi la maglia rimediando il giallo (poco dopo ammonito anche Brozovic). Spalletti è furioso e ordina l'assalto ai suoi che al 116' rischiamop però di restare in dieci: entrataccia di Asamoah su Milinkovic-Savic e Abisso, che è a un metro, sventola il rosso in faccia al ghanese prima di ripensarci e trasformarlo in giallo su consiglio del Var .La gara sembra finita ma al 122' un nuovo colpo di scena: contatto ali limite dell' area tra Milinkovic-Savic e D'Ambrosio, l'arbitro concede prima la punizione e poi - ancora su segnalazione del Var - assegna il rigore che Icardi trasforma quando ormai è il 125' portando la sfida ai rigori senza Radu (secondo giallo per
proteste e rosso).

AI RIGORI SBAGLIA IL 'NINJA' - La sfida si decide dal dischetto: Brozovic gol; Immobile gol; Lautaro Martinez sbagliato (parata di Strakosha); Durmisi sbagliato (parata di Handanovic); Icardi gol; Parolo gol; Cédric Soares gol; Acerbi gol; Nainggolan sbagliato (parata di Strakosha); Lucas Leiva gol. La Lazio vola ai quarti dove sfiderà il Milan in un doppio confronto.

 

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Skriniar, Asamoah; Gagliardini (1' st Vecino); Brozovic; Politano (1' sts Cédric Soares), Joao Mario (36' st Martinez), Candreva (1' sts Nainggolan); Icardi. A disposizione: Padelli, Dalbert, Ranocchia, Borja Valero, Perisic, Berni, Salcedo. Allenatore: Spalletti

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Radu, Acerbi, Wallace (25' st Bastos); Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Lulic (35' st Durmisi); Correa (43' st Caicedo), Luis Alberto (11' pts Parolo); Immobile. A disposizione: Guerrieri, Pedro Neto, Badelj, Proto, Kalaj, Berisha. Allenatore: Inzaghi

ARBITRO: Abisso di Palermo

MARCATORI: 3' sts Immobile (L), 17' sts rig. Icardi (I)

NOTE: Espulso Inzaghi al 49' st per proteste e Radu al 17' sts per proteste. Ammoniti: Gagliardini, Vecino, Brozovic, Asamoah(I), Wallace, Radu, Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Immobile (L). Recupero: 0' e 4'. Recupero Ts: 1' e 2'. Calci d'angolo: 8-6 per la Lazio. Sequenza rigori: Brozovic gol, Immobile gol, Martinez parato, Durmisi parato, Icardi gol, Parolo gol, Cédric Soares gol, Acerbi gol, Nainggolan parato, Lucas
Leiva gol.

http://www.corrieredellosport.it