F. C. INTER – Empoli : 2 – 1 (50' Keita, 79' Nainggolan)

Spalletti inserisce Keita e dopo sei minuti la mossa paga: bel dribbling del senegalese ai venti metri e destro splendido sul quale neanche il super Dragowski può nulla: ora Inter e Milan in Champions e Atalanta in Europa League, ma solo per qualche minuto: è il Papu Gomez a far volare di nuovo la Dea e a rispedire in basso il Milan, che oltre al danno subisce la beffa del 2-2 ad opera di Fares. L'Udinese intanto pareggia due volte a Cagliari, la prima annullata per offside di Pussetto, la seconda con un cross di Halfredsson che si infila in porta, tanto regolare quanto fortunato.

A Milano Banti assegna un rigore discutibile all'Inter: i nerazzurri hanno un'occasione d'oro per chiudere i conti ma  Icardi (che poi esce per Lautaro tra i fischi di San Siro) si fa ipnotizzare da Dragowski, mentre a Reggio Emilia  Pasalic appena entrato non fallisce il colpo di testa su assist di uno scatenato Gomez: 3-1 e Champions blindata. L'Udinese va a vincere 2-1 in Sardegna con la rete di De Maio, l'Olimpico vede il gol dell' ancora amato ex Gervinho e quello di Perotti per il 2-1 che dà il via alla festa. E il Milan? Kessie completa la sua giornata super con il penalty che riporta avanti i rossoneri sulla Spal, un 3-2 che basta agli uomini di Gattuso per guardare solo a quello che succede a San Siro, cioè di tutto: Traore pareggia a meno di un quarto d'ora dalla fine, Nainggolan trova il 2-1 in contropiede, D'Ambrosio salva alla disperata sulla porta vuota spedendo il pallone sulla sua traversa, Handanovic esce a valanga su Farias compiendo un miracolo, lo stesso che fa Dragowski su Keita.

Ultimo minuto, Perisic segna il 3-1 a porta vuota da centrocampo con Dragowski che era salito in area di rigore dell'Inter ma che viene steso fallosamente d Keita mentre tornava verso la sua porta: Banti va a rivedere l'azione, gol annullato e secondo giallo a Keita, assalto finale che si chiude con un' ultima parata di Handanovic che manda in B i toscani e l'Inter in Champions. 

 

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar , Asamoah (1'st Keita); Vecino, Brozovic; Politano; Nainggolan, Perisic (30'st Dalbert); Icardi (27'st Lautaro). A disposizione: B.Valero, Candreva, Dalbert, Gagliardini, Joao Mario, Miranda, Padelli, Ranocchia, Soares.

Allenatore: Spalletti.

EMPOLI (3-5-2): Dragowski; Maietta (27'st Uçan), Silvestre, Dell'Orco; Di Lorenzo, Acquah (27'st Brighi), Bennacer, Traore, Pajac; Farias, Caputo. A
disposizione: Brighi, Capezzi, Mchelidze, Nikolaou, Oberlin, Pasqual, Perucchini, Provedel, Rasmussen, Veseli.

Allenatore: Andreazzoli.

ARBITRO: Banti di Livorno.

MARCATORI: 5'st Keita (I), 29'st Traore (E), 34'st Nainggolan (I).

NOTE: Al 16'st Icardi si fa respingere un calcio di rigore da Dragowski (E). Espulso Keita (I) al 42'st per doppia ammonizione. Ammoniti: Keita, Perisic, D' Ambrosio (I); Pajac (E). Recupero: 1'pt- 'st. Calci d'angolo: 8-2 per l'Inter.

http://www.corrieredellosport.it